Voucher PMI: 100 milioni di euro per la digitalizzazione. Il Ministero per lo Sviluppo Economico, con Decreto Ministeriale del 24.10.2017, fornisce le indicazioni operative per l’ottenimento del contributo economico erogato sotto forma di voucher per l’acquisto di hardware, software e servizi specialistici finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all’ammodernamento tecnologico. I limiti per l’utilizzo del voucher sono che il contributo non deve superare i 10mila euro e non può superare il 50% della spesa sostenuta.

Le spese saranno agevolabili solo se effettivamente consentono all’azienda di migliorare l’efficienza aziendale; modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro; sviluppare soluzioni di e-commerce; fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare; realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo dell’Information and Communication Technology. Dal 30 gennaio 2018 al 9 febbraio 2018, le piccole-medie imprese e le micro imprese operanti nel territorio nazionale potranno presentare domanda per ottenere il contributo economico. Successivamente la scadenza il Ministero avrà 30 giorni per adottare un provvedimento nel quale saranno indicate le imprese che avranno accesso al contributo e quanto otterranno. Lo stanziamento complessivo ammonta a 100 milioni di euro e pertanto, se le richieste di contributo saranno superiori all’importo stanziato, le risorse saranno ripartite in proporzione. Nella ripartizione non risulta rilevante la data di richiesta purché sia all’interno della finestra temporale prevista. Le imprese che otterranno il beneficio dovranno effettuare le spese dopo la comunicazione dell’ottenimento del contributo e dovranno essere rendicontate entro 30 giorni dall’ultimazione delle stesse.