Informativa e News

NOVITA’ LEGGE DI BILANCIO

CALCIATORI DILETTANTI FRANCHIGIA A 10.000 € PER RIMBORSI SPESE
Sale a 10.000 € la franchigia fiscale per lo sport dilettantistico che dall’anno prossimo segnerà il limite quale indennità, rimborsi forfettari, premi e compensi erogati agli atleti, allenatori e membri dello staff delle associazioni sportive dilettantistiche che risulteranno non imponibili ai fini IRPEF. Resta ferma la norma che definisce la tassazione dell’eccedenza la quale sarà tassata con una aliquota del 23% fino a 28.158 € per poi cumularsi al reddito complessivo al di sopra di tale limite.
 
NIENTE AUMENTI IVA NEL 2018
Le aliquote IVA ordinaria (22%) e ridotta (10%) resteranno invariate nel 2018 e non subiranno gli incrementi precedentemente previsti. Aumento solamente sospeso in quanto si ritornerà a parlarne nel corso del prossimo anno in quanto, secondo le previsioni governative, le aliquote passeranno rispettivamente al 24,9% e al 13%.
 
BONUS IRPEF
Ampliata la platea dei beneficiari del bonus Irpef. L’ultima fascia di reddito che dà diritto al bonus, seppure con uno scarto che passa da 24.000-26.000 a 24.600-26.600 euro.
 
SCONTO PENDOLARI
Tornano le detrazioni per gli abbonamenti di trasporto: fino a 250 euro per le spese di abbonamento per i trasporti pubblici locali, regionali e interregionali.
 
INDUSTRIA 4.0
Come misura di sostegno agli investimenti (industria 4.0) viene prorogata la formula degli iperammortamenti che quindi riguarderanno anche gli ordini effettuati nel 2018, con consegna dei beni entro dicembre 2019. Il maggior arco temporale concesso consentirà indubbiamente alle aziende di pianificare in modo migliore gli investimenti non essendoci più la necessità di effettuare l’ordine e di versare l’acconto (20%) entro dicembre 2017. Previste inoltre ulteriori risorse per la concessione dei contributi sui finanziamenti per investimenti delle piccole medie imprese (cosiddetta Nuova Sabatini) il cui termine, attualmente fissato al 31 dicembre 2018, è prorogato […]

Da |Ottobre 31st, 2017|Informativa e News|Commenti disabilitati su NOVITA’ LEGGE DI BILANCIO

FINANZA : UN’INTERESSANTE OPPORTUNITA’

Voucher PMI: 100 milioni di euro per la digitalizzazione. Il Ministero per lo Sviluppo Economico, con Decreto Ministeriale del 24.10.2017, fornisce le indicazioni operative per l’ottenimento del contributo economico erogato sotto forma di voucher per l’acquisto di hardware, software e servizi specialistici finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all’ammodernamento tecnologico. I limiti per l’utilizzo del voucher sono che il contributo non deve superare i 10mila euro e non può superare il 50% della spesa sostenuta.
Le spese saranno agevolabili solo se effettivamente consentono all’azienda di migliorare l’efficienza aziendale; modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro; sviluppare soluzioni di e-commerce; fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare; realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo dell’Information and Communication Technology. Dal 30 gennaio 2018 al 9 febbraio 2018, le piccole-medie imprese e le micro imprese operanti nel territorio nazionale potranno presentare domanda per ottenere il contributo economico. Successivamente la scadenza il Ministero avrà 30 giorni per adottare un provvedimento nel quale saranno indicate le imprese che avranno accesso al contributo e quanto otterranno. Lo stanziamento complessivo ammonta a 100 milioni di euro e pertanto, se le richieste di contributo saranno superiori all’importo stanziato, le risorse saranno ripartite in proporzione. Nella ripartizione non risulta rilevante la data di richiesta purché sia all’interno della finestra temporale prevista. Le imprese che otterranno il beneficio dovranno effettuare le spese dopo la comunicazione dell’ottenimento del contributo e dovranno essere rendicontate entro 30 giorni dall’ultimazione delle stesse.

Da |Ottobre 26th, 2017|Informativa e News|Commenti disabilitati su FINANZA : UN’INTERESSANTE OPPORTUNITA’

BONUS VERDE

Poniamo in evidenza lo sconto fiscale del 36% (cosiddetto bonus verde) inserito nella Legge di Bilancio 2018, dedicato a giardini, terrazzi, balconi. Nella pratica si tratta di una detrazione simile a quella per le ristrutturazioni edilizie e all’acquisto di elettrodomestici, che permette di richiedere il rimborso dei costi sostenuti fino a 5.000 euro nella dichiarazione  dei redditi. Il bonus verde prevede la detrazione per le spese sostenute per la cura e sistemazione delle aree di pertinenza scoperte delle unità immobiliari private di qualsiasi genere: terrazzi, giardini anche condominiali. Gli interventi riguarderanno ville, villini e palazzi di pregio ma anche normali condomini. Vi rientrano anche gli impianti di irrigazione, oltre ai lavori di recupero del verde di giardini di interesse storico.

Da |Ottobre 19th, 2017|Informativa e News|Commenti disabilitati su BONUS VERDE

ROTTAMAZIONE CARTELLE BIS

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio (Decreto Legge 148/2017). Le novità che introduce sono tra gli altri, la riapertura della definizione agevolata dei ruoli, cosiddetta rottamazione-bis. I termini per il pagamento delle prime due rate della prima rottamazione, scaduti il 31 luglio 2017 e il 30 settembre 2017, vengono prorogati al 30 novembre 2017 (questo significa che la rottamazione non decade anche se non sono ancora state versate le prime due rate). Si può inoltre accedere alla rottamazione-bis, presentando istanza entro il 31 dicembre 2017, anche per coloro che non erano stati ammessi alla prima definizione agevolata poiché per i debiti con piani di dilazione in essere al 24 ottobre 2016, non avevano versato le rate scadute al 31 dicembre 2016. La riapertura della definizione agevolata riguarda anche i carichi affidati agli agenti della riscossione dall’01 gennaio 2017 al 30 settembre 2017.

Da |Ottobre 19th, 2017|Informativa e News|Commenti disabilitati su ROTTAMAZIONE CARTELLE BIS

ADDIO A FALLITI E FALLIMENTI

Il Senato ha approvato con 172 voti favorevoli e 34 contrari la Legge Delega per la riforma del Diritto Fallimentare. La parola fallimento sparirà dall’ordinamento giudiziario Italiano così come non si sentirà più parlare di fallito nelle aule giudiziarie e nelle cronache locali. Il fallimento viene sostituito dalla liquidazione giudiziale che sarà gestita dal curatore, come accade oggi, ma con poteri molto più ampi rispetto agli attuali, quali ad esempio promuovere azioni giudiziali spettanti ai soci e creditori sociali, accedere alle innumerevoli banche dati della Pubblica Amministrazione ed eseguire il riparto dell’attivo recuperato. Novità anche sui tempi di esecuzione della procedura; dovrà concludersi entro tre anni. 

Da |Ottobre 13th, 2017|Informativa e News|Commenti disabilitati su ADDIO A FALLITI E FALLIMENTI

L’aumento dell’aliquota contributiva per la Gestione Separata dal 1° luglio 2017

A partire dal 01.07.2017, l’aliquota contributiva dei lavoratori rientranti nella Gestione Separata INPS ha subito un aumento pari allo 0,51%, passando dal 32,72% al 33,23%. Tale aumento è stato introdotto al fine di finanziare l’indennità di disoccupazione per i collaboratori (cd. Dis-Coll). Questa indennità spetta ai collaboratori, agli assegnisti e ai dottorandi di ricerca iscritti alla Gestione Separata che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione. L’aliquota aggiuntiva è dovuta anche da amministratori e sindaci e altri soggetti in realtà non beneficiari di tale indennità (Circ. INPS n.115 del 19.07.2017). L’aliquota rimarrà sempre divisa per 2/3 a carico del committente e per 1/3 a carico del collaboratore. I soggetti che subiranno l’aumento dell’aliquota sono coloro iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata INPS, privi di partita IVA e non pensionati:

amministratori, sindaci, revisori di società, associazioni e altri enti con o senza personalità giuridica;
collaboratori coordinati e continuativi, collaboratori a progetto, collaboratori occasionali;
dottorandi di ricerca e assegnisti con borsa di studio.

Restano invece esclusi dall’aumento:

componenti di commissioni e collegi;
amministratori di enti locali;
venditori porta a porta;
rapporti occasionali autonomi;
associati in partecipazione;
medici in formazione specialistica.

L’aliquota aggiuntiva è valida dal 01.07.2017; gli adempimenti relativi al pagamento della contribuzione possono essere effettuati entro il terzo mese successivo all’emanazione delle istruzioni da parte dell’INPS. Quindi, nel caso non si sia provveduto repentinamente all’aggiornamento dell’aliquota i versamenti del contributo aggiuntivo per i mesi di luglio, agosto e settembre 2017 possono essere eseguiti entro il 16.10.2017 senza dover pagare delle sanzioni
…. per maggiori informazioni contattaci … 

Da |Settembre 19th, 2017|Informativa e News|Commenti disabilitati su L’aumento dell’aliquota contributiva per la Gestione Separata dal 1° luglio 2017

Il nuovo Contratto di Prestazione Occasionale: il regime sanzionatorio

L’Ispettorato Nazionale del lavoro con Circolare n.5/2017 del 9 agosto 2017 e Nota 7427 del 21 agosto 2017 ha fornito le istruzioni operative in merito al regime sanzionatorio per le prestazioni occasionali. Il parametro di quantificazione dell’importo sanzionatorio è rappresentato dal numero di giornate in cui si è svolto lavoro occasionale indipendentemente dal numero dei lavoratori impiegati nella singola giornata.
– Superamento del limite economico o del limite orario: l’utilizzatore che per ogni singolo prestatore supera il limite economico di 2.500 euro o la durata delle prestazioni di 280 ore nell’arco di un anno civile comporta la trasformazione del rapporto a tempo pieno ed indeterminato dal giorno in cui si realizza il predetto superamento, ad eccezioni delle pubbliche amministrazioni.
– Prestazioni di lavoro occasionali da soggetti con cui l’utilizzatore abbia in corso o abbia cessato da meno di 6 mesi rapporti di lavoro subordinato (ad eccezione dei somministrati) o co.co.co.: conversione del lavoro a tempo pieno ed indeterminato “ex tunc” con conseguente applicazione di relative sanzioni civili ed amministrative.
– Violazione dell’obbligo di comunicazione preventiva da parte dell’utilizzatore e dei divieti di cui al comma 14 (limite dei cinque dipendenti a tempo indeterminato da parte dell’utilizzatore): sanzione amministrativa pecuniaria.
Per tutte le tipologie di violazioni la sanzione amministrativa va da euro 500 a euro 2.500 per ogni prestazione da cui risulta la violazione. 
… Per ulteriori informazioni contattaci …

Da |Settembre 19th, 2017|Informativa e News|Commenti disabilitati su Il nuovo Contratto di Prestazione Occasionale: il regime sanzionatorio

INDUSTRIA 4.0: super e iper ammortamento

Il super – ammortamento 140%, prima versione del bonus ammortamenti, di cui si poteva usufruirne per una generalità di beni materiali strumentali esclusi fabbricati, consisteva in una maggior valutazione (+40%) del costo sostenuto ai fini del calcolo della base imponibile fiscale con la conseguenza di una riduzione della base imponibile IRES. La Legge di Bilancio 2017 ha ampliato i beni rientranti nell’agevolazione includendovi anche i beni strumentali immateriali (ricompresi nell’allegato B della Legge). Termine ultimo per rientrare in tale agevolazione è il 30.09.2018 a patto che entro la data del 31.12.2017 l’ordine relativo al bene risulti già accettato dal venditore e sia già avvenuto il pagamento di un acconto pari ad almeno il 20% del costo complessivo.
L’iper – ammortamento 250%, riservato all’acquisto di macchinari e beni tecnologicamente avanzati e performanti, consiste in una maggior valutazione (+150%) del costo sostenuto ai fini del calcolo della base imponibile fiscale con la conseguenza di una riduzione della base imponibile IRES. Termine ultimo per rientrare in tale agevolazione è il 30.09.2018 a patto che entro la data del 31.12.2017 l’ordine relativo al bene risulti già accettato dal venditore e sia già avvenuto il pagamento di un acconto pari ad almeno il 20% del costo complessivo.
Sono inoltre al vaglio del Governo ipotesi di ulteriori proroghe dei termini per entrambi gli strumenti.
 
… per maggiori informazioni contattaci …

Da |Settembre 15th, 2017|Informativa e News|Commenti disabilitati su INDUSTRIA 4.0: super e iper ammortamento

BONUS PUBBLICITA’: Credito d’Imposta sino al 90% delle spese sostenute per investimenti pubblicitari

Gli incentivi fiscali per gli investimenti pubblicitari incrementali su quotidiani, periodici ed emittenti televisive e radiofoniche locali sono stati introdotti con l’art.57-bis della cd “Manovrina 2017”.
I beneficiari sono le imprese e i lavoratori che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali. L’agevolazione spettante è inquadrata come credito d’imposta utilizzabile in compensazione a decorrere dall’anno 2018 previa istanza da presentare al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Gli investimenti rientranti nell’agevolazione sono quelli effettuati a partire dal 24.06.2017 il cui costo superi di almeno l’1% analogo investimento effettuato nell’esercizio 2016. La misura dell’incentivo è pari al 75% del maggior valore di investimenti effettuati (90% nel caso di micro-imprese, piccole/medie imprese e star-up innovative)
 
… per maggiori informazioni contattaci …

Da |Settembre 15th, 2017|Informativa e News|Commenti disabilitati su BONUS PUBBLICITA’: Credito d’Imposta sino al 90% delle spese sostenute per investimenti pubblicitari

Estensione dei termini per il completamento degli investimenti materiali in tecnologie digitali

Il Mise ha apportato integrazioni alla circolare n.14036 del 15.02.2017 nella quale erano indicate le modalità per la presentazione delle domande volte alla concessione e successiva erogazione dei contributi e dei finanziamenti per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature da parte di piccole e medie imprese (c.d. agevolazione “Sabatini-ter).
Le integrazioni si riferiscono alle modalità di sostenimento di quelle spese che hanno carattere di interconnessione/integrazione dei beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti.
Ministero dello Sviluppo Economico, circolare n.95925 del 31.07.2017.
… per maggiori informazioni contattaci … 

Da |Settembre 15th, 2017|Informativa e News|Commenti disabilitati su Estensione dei termini per il completamento degli investimenti materiali in tecnologie digitali